Archvi dell'anno: 2018

Abbiamo il piacere di comunicarVi che giorno 18 novembre 2018 il DeMolay Giurisdizione Italiana si è arricchito di un nuovo Capitolo.
Nella meravigliosa cornice del Palazzo del Principe Biscari a Catania, esempio di barocco siciliano costruito dalla fine del ‘600 fino ad oltre la metà del ‘700, nella sua fantastica sala di ricevimento (dove sono state girate le scene del film “il Gattopardo”) si è svolta l’installazione del nuovo Capitolo “Katane” 62029 di Catania.
Oltre a festeggiare l’installazione, la Giurisdizione festeggia il 10’ capitolo del DeMolay Italia.
Alla cerimonia pubblica hanno partecipato circa 300 ospiti: erano presenti oltre ai rappresentanti della Loggia Sponsor Garibaldi n. 315 di Catania, che si è molto prodigata per la riuscita dell’evento, anche molte Gran Logge Europee e grandi Ufficiali del Grande Oriente d’Italia.


DEMOLAY ITALIA E GRUPPO ALUMNI PRAENESTE PRESENTANO:
2° MEMORIAL BRUNO BRESSI DOMENICA 11 NOVEMBRE 2018 ORE 9.00 PALAZZETTO COMUNALE DI ZAGAROLO:
TRIANGOLARE di Calcio a 5 Atleti e partner dell’Associazione Onlus “Mai Soli” di San Cesareo / Giovani Demolay / settore giovanile dello Zagarolo Calcio – INCONTRO FEMMINILE DeMolay Vs Acmme Savio Calcio a 5


I Ragazzi hanno deliberato, su proposta del Consiglio degli Advisor, con esito positivo e all’unanimità,  di condurre un progetto denominato  “Uniamo i due Mondi”

Nella tornata del 13 aprile 2018 si è dato il via alla prima fase del progetto.

Alberto, diploma I.S.E.F. educatore-istruttore sportivo  abilitazione metodo A.B.A. livello 1, facente parte dello staff (composto da educatori, tecnici ABA, psicologi, psicomotricisti) dell’Associazione Farecontatto, che attraverso l’attività sportiva (nello specifico percorsi e giochi di coordinazione motoria) adattata verso i bambini e ragazzi con disturbi del neurosviluppo  contribuiscono ad aiutare i ragazzi nel loro percorso di vita, ha tenuto una lezione formativa ( adatta ai giovani), per fornire ai DeMolay gli elementi base sugli aspetti comportamentali dei ragazzi con disturbi del neurosviluppo, con particolare attenzione alla categoria diagnostica unica per i disturbi dello spettro autistico, ponendo in evidenza come con il gioco e un approccio Sportivo – Cognitivo – Comportamentale, con tanta dedizione, pazienza, si ottiene un miglioramento delle condizioni di vita, dei Ragazzi.

Una seconda fase del progetto che prevedeva un incontro,  con i DeMolay e i Ragazzi Speciali, è stata portata a termine, durante la pausa estiva, dal DeMolay Davide, che già in passato ebbe specifiche esperienze.

Durante la Riunione Rituale del 27 ottobre 2018, Davide ha condiviso la sua esperienza con i Fratelli del Capitolo,  spiegando non solo come si è approcciato con i Ragazzi Speciali (ognuno di loro ha la propria peculiarità) trasmettendo quale amore e soddisfazione si riscontrano in piccoli  e importanti gesti di interazione, da un sorriso ad un inaspettato  abbraccio.

Diversi ragazzi con disturbi del neurosviluppo, seguendo specifici percorsi di apprendimento, con il supporto delle famiglie e di specifiche professionalità e tanta buona volontà, riescono a condurre una vita come quella di tanti altri ragazzi, inserendosi anche nel mondo del lavoro.

Davide, ha posto l’accento sul fatto che i ragazzi definiti normo-tipo, hanno un modo differente di esprimere le proprie sensazioni e di interagire con tutto ciò che li circonda, certamente con meno difficoltà, ma i sentimenti, le emozioni, sono assolutamente le medesime dei Ragazzi Speciali.

I Ragazzi del Capitolo hanno disquisito su quanto, per convenzione, viene definito “normalità”, chi è in grado, realmente, di stabilire il confine tra  ciò che è riconosciuto normale  e  altre  sfaccettature meno convenzionali.

Ancora una volta per  tutti i presenti è stato un momento di riflessione, di crescita e di formazione.

Si ringrazia in particolar modo Alberto dell’Associazione Farecontatto e il DeMolay Davide, per il loro impegno e disponibilità.

Due progetti dello Scriptorium Foroiuliense di San Daniele del Friuli (UD) puntano sul recupero di arti antiche per metterle al servizio della società. “Scriptura terapeutica” mira a elaborare un metodo certificato per usare la scrittura a mano nel trattamento di disgrafia e dislessia. “Rescripta Libera”, attivato con il Consorzio COSM di Legacoop Friuli Venezia Giulia, inserirà i detenuti nel mondo del lavoro attraverso un laboratorio di legatoria artigianale e artistica

Il recupero di due arti antiche, quella della legatoria artigianale e quella della calligrafia, può avere anche un risvolto sociale. Lo dimostra l’attività dello Scriptorium Foroiuliense – Scuola Italiana Amanuensi di San Daniele del Friuli (UD), associazione votata all’insegnamento dell’arte calligrafica antica e dei mestieri del libro, che ha presentato a Montecitorio due progetti, “Scriptura Terapeutica” e “Rescripta libera”, volti l’uno alla ricerca sulla scrittura medievale come metodo terapeutico per le persone che soffrono di disgrafia e dislessia e l’altro al recupero e all’inserimento lavorativo dei detenuti.

Il primo progetto, “Scriptura Terapeutica”, mira all’elaborazione di un metodo riconosciuto e certificato per usare la scrittura medievale per attenuare disturbi quali disgrafia e la dislessia. «La scrittura medievale– spiega il direttore dello Scriptorium Foroiuliense Roberto Giurano – è fatta di linee discontinue e di piccoli segmenti più facili da memorizzare. Per questo, nelle persone dislessiche o disgrafiche, migliora la connessione fra mente e movimento mano-braccio, rendendolo più fluido. Negli ultimi due anni abbiamo documentato tre casi di persone che, partecipando ai nostri corsi di calligrafiaantica, hanno riscontrato dei benefici: da qui l’idea di elaborare, con un pool di medici, logopedisti, psicologie maestri amanuensi e con il coinvolgimento di Enti Ospedalieri e Università, una ricerca che porti alla creazione di un metodo certificato, che sarà poi messo al servizio di tutti».

Quattro gli step previsti: diagnosi di disgrafia o difficoltà grafico-motorie (da parte di scuole, logopedisti, psicologi); formazione di gruppi per età e valutazioni; elaborazione dei dati, brevetto del metodo e pubblicazione; diffusione e formazione. I destinatari saranno persone soggette a disturbi come disgrafia e dislessia, che parteciperanno a un corso di scrittura calligrafica medievale di 10 ore: già una ventina di persone sono state selezionate per cominciare le lezioni a ottobre, nella sede dello Scriptorium a San Daniele del Friuli.

“Rescripta Libera” nasce invece dall’accordo tra lo Scriptorium e il Consorzio COSM (Consorzio Operativo Salute Mentale di Udine) che aderisce alla Lega delle Cooperative Sociali del Friuli Venezia Giulia. Il progetto è rivolto alla popolazione carceraria: l’obiettivo è di realizzare assieme ai detenuti un’attività imprenditoriale incentrata sulla produzione e commercializzazione di prodotti di legatoria artigianale e artistica, per offrire loro un’opportunità di riscatto, inclusione e qualificazioneprofessionale.

«“Rescripta Libera” – spiega Michela Vogrig, presidente Consorzio COSM e vicepresidente Legacoopsociali FVG – intende rafforzare le opportunità di inserimento lavorativo e la riduzione della recidiva fra i detenuti. È rivolto a persone scarsamente scolarizzate, ma motivate a intraprendere un percorso di uscita dalla devianza. Attraverso questo progetto potranno essere sviluppate relazioni positive tra imprese, società civile e carcerati; i partecipanti potranno acquisire competenze tecnico-professionali e trovare un’occasione positiva di imprenditorialità e socialità».

Il progetto si articolerà in due fasi, la prima di formazione alla legatoria dei partecipanti e la seconda diavvio operativo di un laboratorio e di un’attività di produzione e vendita dei libri artigianali: l’intento è diformare gruppi di 30 detenuti che parteciperanno a un corso di 250 ore. «Durante il percorso – spiega Giurano – i detenuti impareranno a realizzare a mano la carta, a scegliere i materiali per la copertina e a padroneggiare le varie tecniche di legatoria artigianale necessarie per realizzare il prodotto editoriale, che verrà poi commercializzato».

Scriptorium Foroiuliense – Scuola Italiana Amanuensi. Scriptorium Foroiuliense è un’associazioneculturale nata nel 2012, con sede a San Daniele del Friuli (UD), votata all’insegnamento dell’arte calligraficaantica. Organizza corsi di calligrafia amanuense e realizza manoscritti personalizzati. Nell’OpificiumLibrorum, visitabile su prenotazione, ci si può immergere in una vera fabbrica del libro medievale. Lo

Scriptorium Foroiuliense collabora con il Museo della Carta e della Filigrana di Fabriano, Fondazione Friuli, con prefetture, questure, ministeri e con la Regione Friuli Venezia Giulia. www.scriptoriumforoiuliense.it/

Il consorzio COSM, Consorzio Operativo Salute Mentale, da oltre 20 anni promuove l’inclusione socialee lavorativa delle persone in condizione di svantaggio e sviluppa attività socio-assistenziali, educative e culturali. Insieme ai 17 soci sostiene modelli di sviluppo innovativi, in grado di generare impatti positivi sulle condizioni economiche e sociali della comunità. Consorzio promuove in senso più ampio uno sviluppolocale sostenibile, attento al benessere della persona, alla qualità del lavoro e al rispetto dell’ambiente. Gestisce servizi e sviluppa progetti che consentono l’inserimento lavorativo di persone in condizione disvantaggio, oltre ad attività di formazione e progettazione ed è coinvolto in molti progetti di cooperazione allo sviluppo in diversi paesi del mondo.

FONTE: http://outinsideout.it/scrittura-medievale-per-attenuare-la-dislessia-e-larte-del-libro-antico-come-opportunita-di-lavoro-in-carcere/


IL PASSATO PER NON DIMENTICARE – IL PRESENTE PER SEMINARE NELLA SPERANZA DI UN FUTURO DA LEADER

Il 13 ottobre 2018 il Capitolo Militiae Templi n. 62026 in Cagliari ha vissuto una meravigliosa giornata, Lorenzo e Paolo, sono stati Fraternamente accolti nell’Order International DeMolay, protagonisti della Cerimonia di Investitura nella quale tutti i Ragazzi del Capitolo hanno ricoperto le differenti cariche Istituzionali con impegno, emozione e gioia.
La contestuale rappresentazione, in costume, del processo a Jacques de Molay ha fortemente contribuito a ricordare il gesto eroico dell’ultimo Gran Maestro dei Cavalieri Templari, nella ricorrenza di quel Venerdì, del 13 Ottobre, dell’anno domini 1307 che all’alba, in tutta la Francia, si diede corso a quanto voluto dal Re Filippo IV detto il Bello, cioè arrestare tutti i Cavalieri Templari, presenti sul territorio francese e sequestrarne i beni.
Alla Cerimonia hanno presenziato diversi Uncle e i Rappresentanti del G.O.I.
Si ringrazia il Collegio Circoscrizionale dei MM… VV… della Sardegna (sponsor del Capitolo) e il Consiglio dei MM… VV… per la loro disponibilità e supporto.

previous arrow
next arrow
Slider


Nella splendida cornice del Villaggio Albergo di Belmonte, si sono tenuti i festeggiamenti del Solstizio D’Estate 2018, organizzato dal Collegio Circoscrizionale dei Maestri Venerabili della Calabria. All’incontro è stato invitato il Capitolo DeMolay “Excalibur”.
Dopo la fine delle relazioni tenute dagli oratori, è stata concessa la parola al Maestro Consigliere, Alessandro Allò, il quale è intervenuto portando i saluti del Capitolo, ringraziando il Presidente Messina per l’invito e per il suo continuo interesse che ripone nel DeMolay affinché il Capitolo possa crescere ed operare in tutta la Calabria.

Un ringraziamento particolare è andato al Chairman del Capitolo, Raffaele Cozza, per la sua assidua presenza nel seguire e consigliare i DeMolay nel loro cammino adolescenziale ed ai genitori, indispensabili per la buona riuscita degli incontri.

Il Maestro Consigliere, dopo aver fatto i complimenti alle singolari relazioni che hanno animato la serata, si è soffermato sulla tematica del Solstizio “Dante Alighieri e la Rosa” e di come non bisogna fermarsi sul significato letterale bensi spingersi oltre ed andare alla ricerca di accezioni nascoste.

Circa 120 i ragazzi e ragazze di 16 nazionalità diverse, sono i partecipanti alla VI edizione del campo estivo internazionale organizzata dalla Caritas di Cagliari, congiuntamente ad associazioni religiose e laiche.

Il campo, iniziato il 19 agosto 2018 con il termine del 26 agosto 2018, il cui titolo Giovani, è “tempo di condividere! Accogliere e conoscere per promuovere incontro e generare comunità, costruire amicizia, fraternità e condividere”.
I ragazzi, coordinati da cinquanta volontari, sono impegnati tutte le mattine nel volontariato con una ventina di servizi Caritas e di altre realtà, accanto a persone bisognose. I pomeriggi sono dedicati a momenti di formazione, animazione, conoscenza e ascolto. Tra i temi affrontati accoglienza, integrazione, inclusione conoscenza e capacità di ascolto, per superare i luoghi comuni, con un’attenzione particolare verso gli ultimi. I ragazzi alloggiano in differenti strutture messe a disposizione dagli organizzatori.

Il Maestro Consigliere del Capitolo di Cagliari Militiae Templi, riconoscendo nei principi ispiratori del Campo, alcuni dei precetti fondamentali dell’Ordine DeMolay, ha voluto dedicare parte delle sue vacanze a costruire, imparare e soprattutto mettere a frutto quanto più volte trattato, dentro le confortevoli mura dove il Capitolo si riunisce.
Il campo Caritas, per un DeMolay, è un’ulteriore occasione di incontro, condivisione e amicizia tra ragazzi di nazionalità, culture e fedi diverse, che fanno un’esperienza concreta di solidarietà servizio ai più bisognosi. L’esperienza del singolo DeMolay sarà, poi, una semina all’interno dell’Ordine, iniziando dal proprio Capitolo, che sicuramente darà i suoi frutti.


ECCO IL SERVIZIO DEL TG REGIONALE CHE INTERVISTA IL MAESTRO CONSIGLIERE DEL CAPITOLO MILITIAE TEMPLI DI CAGLIARI

E’ con immenso piacere che pubblichiamo la Lettera di ringraziamento Ufficiale che il Capitolo Fidelitas di Milano ha ricevuto dall’ONLUS “Il Pane Quotidiano”, scritta dal Presidente Pier Maria Ferrario, per avere collaborato con loro a diverse cause benefiche risultanti in una società più solidale.
Il DeMolay Italia esprime un grosso ringraziamento a tutti i DeMolay del Capitolo, e in particolare ai Fratelli Franco Sgarella, Alessandro Franzin e Edoardo Torrioli per avere coordinato ed eseguito sul territorio le attività benefiche “A fianco di chi ha bisogno” come cita il motto della Onlus “Il Pane Quotidiano”.

A Nizza, Francia, il mese di luglio è stato caratterizzato dalla tradizionale giornata di beneficenza e fraternità organizzata dal Gran Maestro Provinciale Patrick Bérard, circondato da oltre 350 fratelli della Grand Lodge Provincial Alpes Méditerranéennes a beneficio dell’OAF (Organizzazione Nazionale Caritativa della Gran Loggia Nazionale di Francia).
L’evento è stato coronato dall’intervento del Gran Maestro Nazionale della Gran Loggia Nazionale di Francia, il Serenissimo Jean Pierre Servel e del Grande Ospitaliero Nazionale, il Serenissimo Philippe Jouve.
Durante questo evento e sotto l’impulso del Gran Maestro Provinciale, il serenissimo Patrick Berard, il capitolo DeMolay di Nizza è stato premiato.
I giovani hanno potuto ringraziare gli anziani offrendo le magliette polo personalizzate DeMolay Alpes Mediterranee al Grand Maestro Nazionale e al Gran Maestro Provinciale.
Con le sue azioni, la provincia delle Alpi Mediterranee è pienamente inserita nel modello di trasmissione e solidarietà fraterna e intergenerazionale.

Associazione Culturale DeMolay Italia, Via Longino Caio Cassio, 13
00175 Roma, P.I. & C.F. 97290620588. info@demolay.it

Copyright 2018 DeMolay.it. Tutti i diritti riservati.